Chi ha creato il debito pubblico in Italia

12:40 0 Comments

Clicca sull'immagine per ingrandirla :




Documentario su come nasce e cresce la globalizzazione e il controllo dall'alto delle popolazioni

03:04 0 Comments

EndGame è un documentario di Alex Johnes che descrive la storia e le dinamiche relative al controllo delle popolazioni su questo pianeta da parte delle elite di potere. Questa è la versione integrale sottotitolata in italiano. E' un ottimo lavoro nel suo insieme con all'interno molte parti interessanti come quelle relative al gruppo Bilderberg (con tanto di servizi e riprese fatte all'esterno degli hotel dove si sono tenuti) o quella relativa alla storia dell'eugenetica che ha in seguito dato origine al nazismo fino ad arrivare ai giorni nostri. Ve ne consigliamo la visione!

I veri motivi della crisi economica spiegati dall'avvocato Marra allo Zoo di 105

10:34 0 Comments


Il signoraggio bancario spiegato da Sara Tommasi, completamente nuda...

11:04 0 Comments

Sara Tommasi sta appoggiando l'avvocato Alfonso Luigi Marra nella sua campagna di informazione contro il signoraggio bancario, realizzando dei video di sensibilizzazione sull'argomento, in questo caso, senza veli. Ovviamente il gesto rappresenta una provocazione per attirare l'attenzione sull'argomento molto importante e molto discusso in rete.
Per visualizzare il video dal sito ufficiale dell'avvocato Marra, clicca sull'immagine sottostante:





Nigel Farage al parlamento europeo: Governi Fantoccio per Grecia e Italia - Il Piano di Dominio Germanico

10:34 0 Comments

EDUARDO GALEANO: "L'Ordine Criminale Del Mondo"

09:58 0 Comments

Ascoltare Eduardo Galeano in questa intervista, significa capire veramente come e dove va il mondo...

parte 1

parte 2

Un cambiamento efficace

05:14 0 Comments



Tutti i giorni ci ritroviamo a leggere su Internet informazioni che in un modo o nell'altro ci indignano, ci fanno arrabbiare e ci fanno pensare che viviamo all'interno di un meccanismo dove di democratico è rimasto poco o nulla.
Il cambiamento può avvenire in vari modi, può sicuramente partire dal basso, ma indubbiamente il fattore essenziale alla base di un cambiamento efficace deve essere la presa di posizione e di consapevolezza, da parte di un gruppo di cittadini, che questo sistema va radicalmente modificato. Possiamo essere informati o indignati quanto ci pare ma se non poniamo fra di noi delle basi di ACCORDO sulle quali operare un cambiamento a livello pratico, nessun cambiamento effettivo potrà mai avere luogo.

Sicuramente come gruppo di cittadini ci sono un sono un mucchio di cose che possiamo cambiare modificando il nostro atteggiamento, le nostre abitudini quotidiane, e il principale di questi modi è decidere di ponderare bene la destinazione delle nostre spese quotidiane, dei nostri risparmi e del flusso generale verso il quale indirizziamo i nostri soldi.

Per fare un esempio pratico, se domani mattina un gruppo di cittadini decidesse di chiudere il proprio conto corrente con la Banca X e di aprirne uno nuovo con una banca etica, ammesso che una banca di questo tipo esista veramente, e se questo gruppo di cittadini diventasse corposo, si sarebbe già prodotto un cambiamento importante.
Questo è solo un esempio, ma di azioni di questo tipo se ne potrebbero elaborare diverse. La cosa più importante sarebbe avere un saldo accordo di base e mettere queste azioni in pratica in maniera coerente, una dopo l'altra e sotto forma di azioni di gruppo.

Quindi qualsiasi cambiamento deve passare per la pratica, per le AZIONI.

Voglio sapere i Nomi, i Cognomi e gli Indirizzi

07:56 0 Comments


Una ulteriore dimostrazione che sono tutti in combutta tra di loro, organizzati ESCLUSIVAMENTE per succhiarci via più soldi possibili, è che NESSUNO dice CHI sono queste misteriose entità che, con il loro “comportamento”, stanno causando questa situazione all’Italia.

NESSUNO lo dice … eppure lo sanno … i politici, gli oppositori e i mass media.

Sentiamo parole, parole e parole che cercano di convincerci che “le banche italiane sono le più solide d’Europa!” (ed intanto, le loro azioni quotate in Borsa, perdono circa il 40% del loro valore).

O ci stanno MENTENDO SPUDORATAMENTE, oppure “qualcuno” ci sta “attaccando violentemente con la forza”.

Sentiamo parole, parole e parole che “la differenza di quotazione tra i Bund tedeschi ed i BTP italiani non è giustificata perché l’Italia è la seconda nazione manifatturiera d’Europa e che ha un patrimonio immobiliare che è il più vasto d’Europa…etc., etc..!” (ed intanto fanno progetti di SVENDERE gli immobili statali – a 5 miliardi di euro l’anno -, di LICENZIARE i lavoratori e di mandarci in pensione con le peggiori condizioni d’Europa).

O ci stanno MENTENDO SPUDORATAMENTE, oppure “qualcuno” ci sta “attaccando violentemente con la forza”.

Io, che non sono NESSUNO, ho la certezza che non riceverò NESSUNA attenzione a questa domanda e che nessuno risponderà:

“CHI sta usando la forza e la violenza per farci fare le cose che loro vogliono, come vogliono e quando vogliono”???

I buoni del tesoro italiano, sono stati sempre comprati … ed ovviamente la Banca d’Italia sa DA CHI …

Ora sentiamo parole, parole e parole che questi buoni del tesoro non si vendono se gli interessi sono troppo bassi perché non c’è “fiducia nell’Italia o nel Governo italiano” … questo DIMOSTRA quanto “buono e positivo” sia avere dei debiti !!!

SECOLI di convincimenti e pressioni sociali e culturali per sottomettere ogni individuo a qualche tipo di DEBITO … ed adesso si vede quanto questo è PERICOLOSAMENTE MORTALE!!!

Se è vero che le banche italiane sono le più “solide” è solo perché ci hanno portato via molti più soldi di quelli che le altre banche del mondo hanno portato via agli altri cittadini del mondo.

La Cultura del “debito” è DRAMMATICAMENTE MORTALE … e ci ha portato in questa situazione … ed i “colpevoli” non ci vogliono neppure dire CHI ci sta puntando una pistola carica alla tempia di ognuno di noi.
Tante belle parole … ma i FATTI sono altri … i FATTI sono che il nostro debito pubblico ci ha reso RICATTABILI, ed ora siamo COSTRETTI CON LA FORZA a fare ciò che “altri” vogliono che noi facciamo, nei tempi e modi che LORO vogliono.

Ora vorrei proprio guardarli diritti negli occhi quegli USURAI che per SECOLI hanno “imbrogliato” e “mentito” e “ingannato” in ogni modo per far sì che ogni singolo individuo desse loro in gestione i loro soldi e che fosse “obbligato” ad avere da loro in prestito del danaro.

Vorrei guardarli diritti negli occhi e dirgli:
“ORA prova a convincermi che è GIUSTO che io faccia un QUALUNQUE tipo di debito per comprarmi una QUALUNQUE COSA che non sia di VITALE importanza – e cioè che mi serve per non morire – “ !!!

Vorrei prendere per la collottola ogni singolo individuo che si è fatto prestare dei soldi per comprarsi un TELEVISORE più grande o una MACCHINA più veloce o un VESTITO firmato e dirgli:
“E’ COLPA TUA SE OGGI SIAMO IN MANO AI RICATTATORI” !!!

Ma c’è sempre chi è disposto ad ascoltare le giustificazioni … c’è sempre chi è disposto a credere ai MUFLONI VOLANTI … a coloro che diranno che il debito pubblico italiano “non si capisce di CHI sia la colpa per averlo creato” … “che è stato creato per dare lavoro, per dare servizi, qualità della vita, ecc., ecc., ecc., ecc..”.

Ma quale che sia la verità … ora siamo in mano a dei MERCENARI … a persone senza scrupoli che si illudono che avere in banca DUE o TRE MILA MILIARDI di dollari faccia una QUALUNQUE differenza!!!

Siamo in mano a degli psicolabili che passano sui cadaveri di chiunque pur di non perdere neppure un nichelino … guadagnato con il NOSTRO lavoro !!!

Ma nessuno risponderà alle mie domande … perché io non sono nessuno, non ho nessuna testata nucleare da far esplodere nelle loro mutande, nessun esercito per sterminare le loro palle e CANCELLARE le loro MENZOGNE da questo pianeta.

Ditemi … A CHE COSA servono questi soldi che oggi volete ANCORA da noi ?!?!?!?!?

Spiegatemi … COME e QUANDO questo INCUBO finirà ?!?!?!?!?

Convincetemi … che è possibile avere un futuro migliore, senza guerra, senza pazzia, senza criminalità e dove gli onesti possono avere i loro Diritti rispettati.

Non è sufficiente inserire nella Costituzione che non dovremo MAI PIU’ fare debiti:
con il pareggio di bilancio obbligatorio si spendono SOLO i soldi che si sono incassati e non una lira di più.

Bisogna scrivere un Programma che, cifre alla mano, CANCELLI COMPLETAMENTE l’attuale Debito Pubblico in 50 anni, inserendolo in una Legge Costituzionale che VINCOLI ogni altro Governo futuro a rispettarla!

E voglio sapere i Nomi, i Cognomi e gli Indirizzi di coloro che prima compravano i nostri Buoni del Tesoro ed ora non li comprano più per cercare di obbligarci a fare ciò che vogliono LORO.



fonte: http://homonovis.blogspot.com

Schiavitù Finanziaria - Cartone animato "America Dream"

13:16 0 Comments

Frugando in rete ho trovato questo interessante video che spiega con un cartone animato il meccanismo di fondo che regola l’economia. Girato da un giovane regista americano, il cartone racconta di come il mito dell’American Dream sia stato sepolto sotto un cumulo di debiti impagabili e speranze tradite.


Hartman e Pile, i due simpatici personaggi animati protagonisti del film, illustrano attraverso i loro dialoghi il ruolo delle banche commerciali e della Banca Centrale, che negli USA è la Federal Reserve, vero e proprio fortino segreto inespugnabile e fonte incontrollata di bigliettoni verdi con cui irrorare indebitandola l’economia americana.




Manuale Diagnostico e Statistico Psichiatrico - Il Documentario

09:29 0 Comments



Quando uno psichiatra fa una diagnosi di malattia mentale, fa riferimento a un manuale piuttosto complicato chiamato Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali, abbreviato DSM. Inizialmente pubblicato nel 1952, questo tomo costituisce il riferimento anche per i ricercatori, gli istituti pubblici e privati di assicurazione sanitaria e l'industria farmaceutica.

Questa bibbia della psichiatria è però oggi oggetto di critiche e controversie. La quinta edizione, il cui contenuto è stato ampiamente anticipato sui media, si è attirata il dissenso di molti psichiatri, generando oltre 8mila commenti negativi riguardo gli argomenti più svariati: dai disturbi sessuali, all'ansia, ai problemi psicosomatici.

Le revisioni che sono state proposte sono "basate sui dati scientifici più rigorosi e aggiornati oggi disponibili" sostiene il vice presidente del comitato di revisione Darrel Reiger, aggiungendo che "le nuove inclusioni della lista di disturbi serviranno a stimolare la ricerca e condurci a una più profonda conoscenza".

I critici sostengono che alcune delle nuove malattie estendono la definizione di malattia mentale e abbassano la soglia di alcuni disturbi, che: "Produrrà un aumento delle diagnosi. Questo, a sua volta, genererà un enorme ondata di prescrizioni inutili, costose, e spesso dannose" sostiene Allen Frances - autore della precedente edizione - sulle colonne dello Psychiatric Times.

Un esempio di nuova malattia è la frenesia del mangiare. Secondo la nuova definizione questo disturbo potrà essere diagnosticato a chi indulge nel mangiare almeno una vola alla settimana per almeno tre mesi, mentre nella versione precedente si considerava malattia solo se accadeva almeno due giorni alla settimana per almeno sei mesi. I critici sostengono che l'abbassamento della soglia per questa diagnosi comporterà la medicalizzazione di comportamenti perfettamente normali.

Inaugurazione della mostra “Tributo alla normalità – Storia di errori e orrori psichiatrici”

05:17 0 Comments


COMITATO DEI CITTADINI PER I DIRITTI UMANI O.N.L.U.S.

Via Valtellina – 20125 MILANO – Tel. 02/36510685 - C.F. 97378250159


Coordinamento Provincia di Torino - Via Superga 51, 10020 Baldissero Torinese – fax 011.853012 email: info@ccdutorino.it

Torino, 30 Settembre 2011



Torino: questa mattina in Via San Francesco d’Assisi, 14 presso il Palazzo Bertalazone di San Fermo XVII sec. È stata inaugurata la mostra intitolata “Tributo alla normalità – Storia di errori e orrori psichiatrici”.

Nell’ambito di una vasta campagna informativa, il CCDU - Comitato dei Cittadini per i Diritti Umani ONLUS promuove una esposizione itinerante che tocca le principali città europee e quest'anno avrà una nuova sezione multimediale dal titolo “Spunti e riflessioni sul movimento di riforma della psichiatria in Italia” dedicata alle principali azioni di riforma attuate in Italia a partire dall'esperienza di Franco Basaglia e Giorgio Antonucci fino alla recente legge regionale piemontese che ha posto il divieto di somministrazione di test psichiatrici nelle scuole.

Attraverso un itinerario fatto di pannelli fotografici e supporti multimediali audio-video con documentari storici e giornalistici che accompagnano il visitatore, la mostra intende informare la cittadinanza sulle atrocità commesse in passato e, come servizio alla comunità, contribuire a migliorare la tutela dei Diritti Umani in ambito psichiatrico nel presente e per il futuro con particolare attenzione verso le fasce deboli della popolazione.

All'inaugurazione, gremita di persone, hanno partecipato il Consigliere Regionale Gianluca Vignale in rappresentanza del Consiglio Regionale, il dott. Gerardo Mancuso Consigliere Provinciale , in rappresentanza del Presidente della Provincia che ha concesso il patrocinio all'iniziativa, e il dott. Franco Napoletano Presidente della Federazione Europea delle associazioni di volontariato dell'Ospedale Molinette di Torino, affiancati da Silvio De Fanti, Vice Presidente Nazionale del CCDU e il dott. Renato Rolando Coordinatore Provinciale del CCDU.

La mostra, che si protrarrà fino al 16 ottobre 2011 è ad ingresso libero.

Per contatti e prenotazioni:

coordinatore provinciale: dott. Renato Rolando

segreteria: 011-19567002

email: info@ccdutorino.it

web site: www.ccdutorino.it

Giornalista Rai espone le bugie raccontate dalla stampa sulla guerra in Libia

16:19 0 Comments


PensareOltre: Movimento Culturale Nazionale per la tutela dell’infanzia.

08:29 0 Comments


Pensare OLTRE, è il più vasto Movimento Culturale Nazionale per la tutela dell’infanzia. Promosso da un comitato di più Associazioni No Profit di diversa estrazione, con una composizione eterogenea e trasversale, si propone di invertire l’erronea tendenza ad “identificare” arbitrariamente i comportamenti o le difficoltà di bambini e adolescenti, come specifiche malattie o disturbi.
Sito web: www.pensareoltre.org

Guerra in Libia. Ecco perchè vogliono eliminare Gheddafi dopo averlo già derubato.

08:24 0 Comments


Wesley Clark: Libia nel mirino da 10 anni

01:38 0 Comments

In una intervista a Democracy Now, il gen. Wesley Clark racconta come l'attacco alla Libia fosse già stato previsto dai vertici militari USA subito dopo l'11 settembre.


Ci siamo: più tasse per tutti!

04:36 0 Comments

Come spiegato nel libro "Una crisi voluta" (l'avete letto?...), l'agenda di Basilea 3 avanza. Il nuovo "regno globale" (o Nuovo Ordine Mondiale) che si erge al di sopra e al di là dei governi e degli stati sovrani prende sempre più forma.

Per attuare l'agenda servivano alcune "dimostrazioni" convincenti. Ed ecco l'Irlanda messa in ginocchio sulla scia del crollo della finanza USA. A ruota si trovano in pericolo anche Spagna, Portogallo e Grecia. Il passaparola proferito dal monte sacro di Basilea e recitato come un mantra da banchieri, politici e media, dice che "serve rigore e una ristrutturazione affinché ciò non accada più".

Ora la Grecia sta venendo immolata sull'altare accuratamente preparato dai funzionari di Goldman Sachs, che da tempo "suggerivano" al governo greco cosa fare (sic!). [Leggere in proposito Su Atene l'effetto Wall Street, accuse a Goldman]

Al popolo greco è toccato il famoso "rigore" e una "ristrutturazione" che li sta rendendo schiavi dei nuovi tiranni, quelli di Basilea. Ai solerti e attivissimi funzionari di Goldman, anziché la meritata galera, sono toccati premi generosi: il lavoro ben fatto va pagato bene. E non è finita qui, anzi, questo è l'inizio: leggi Indagine della Fed sul ruolo di Goldman nella crisi della Grecia - Le stesse banche che hanno aiutato Atene a truccare i conti ora puntano sul suo default.

Mentre il teatrino mette in scena lo spettacolo, si sentono sempre più insistentementeesternazioni come questa "Jean-Claude Juncker, presidente del'Europgruppo, ha sottolineando che la sovranità di Atene, costretta ad avvalersi degli aiuti, sarà «massicciamente limitata»".

Ed eccoci al vero obiettivo: la sovranità degli stati e dei loro popoli sarà massicciamente limitata, fino a sparire del tutto. Questa è la posta in gioco.

Ma tranquilli, nello stesso articolo del 3 luglio scorso Juncker sostiene: «Non vedo rischi di contagio per Spagna, Italia e Belgio», mentre puntualmente pochi giorni dopo c'è stato l'attacco speculativo all'Italia».

È lo stesso modus operandi dei vari Bernanke e Paulson che, mentre l'America annegava nelle bolle speculative che loro (e la loro cricca di Goldman) creavano a ripetizione, andavano in Senato e davanti ai microfoni a spiegare che era tutto sotto controllo, non c'era nulla di che preoccuparsi. Mah... Quel che è certo, come spiegaIlSole24Ore di ieri, è che "Improvvisamente UniCredit, Generali, Intesa, Montepaschi e persino Ubi, sono diventati nomi noti anche Oltreoceano. E su Sigma X, l'opaco circuito di contrattazioni creato da Goldman Sachs, i titoli italiani primeggiano per volume di scambi. Nomi noti, ormai: però da «shortare», ossia da vendere allo scoperto, così come da vendere al ribasso è un po' tutta l'Italia e i suoi Btp."

Altra lettura interessante: La giornata di Mr Gekko all'attacco dell'Euro.

L'attacco alla sovranità delle nazioni e dei popoli aumenta di intensità. Ma il popolo-bue non se ne accorge, preso com'è tra veline single, baci saffici, calcio mercato e bunga-bunga vari.

La soluzione a tutto questo disastro economico ce la dà il capobanda, Mario Draghi, cresciuto alla scuola Goldman, che tuona «Nuovi tagli alla spesa pubblica o l'aumento delle tasse è inevitabile». Figuriamoci se i politici, i burocrati e gli amministratori pubblici sono disponibili a tagliare qualcosa che non siano i risparmi, i sogni e le palle dei contribuenti.

Rimane quindi una sola strada percorribile: l'aumento delle tasse. Con grande plauso dei figli della Santissima Trinità "Marx-Lenin-Mao Tze Tung", che, ironia della sorte (o della stupidità) sono i più grandi alleati e sostenitori dell'operato del capitalismo più becero e pericoloso: quello di Basilea.

La semplicità delle cose a volte è imbarazzante: una persona che lavora guadagna; una persona che guadagna senza lavorare ruba, è palese!

La Borsa è fatta per guadagnare senza lavorare. I vari Soros, Paulson, Goldman Sachs, ecc., si permettono di "giocare in borsa" come se fosse un passatempo tipo il gioco dei monopoli, mandando sul lastrico nazioni intere nel giro di poche ore (vedi Soros nel 1992 con l'Italia, vedi quello che sta di nuovo succedendo ora, sempre all'Italia).

Questo gioco scemo e falso è sotto gli occhi di tutti, ma nessuno alza un dito. Che le tasse sono un meccanismo inventato per pagare disavanzi pubblici fittizi creati dal gotha finanziario mondiale non è più un mistero. Ma nessuno fa nulla. Anzi, i compagni di una volta, che ora si chiamano amici come gli ex-democristiani, si spellano le mani in applausi accondiscendenti.


fonte: http://www.nsoe.info


Errore fatale: Come gli psicofarmaci possono uccidere il vostro bambino - Versione integrale Dvd

02:27 0 Comments



Dai produttori dei premiati documentari "Macabri profitti: la storia mai raccontata degli psicofarmaci" e "Markeing della pazzia: ma siamo tutti matti?", un lancinante nuovo documentario, che smaschera quanto devastanti - e fatali - per bambini e famiglie possano essere gli psicofarmaci.
Dietro alle macabre statistiche di decessi, suicidi, malformazioni di nascita e gravi reazioni avverse si trova il volto umano di questa epidemia globale: le storie personali di perdita e coraggio di coloro che pagarono il vero prezzo.
Gli psichiatri asseriscono che i loro psicofarmaci sono innocui per i bambini?
Una volta che avrete sentito cos'hanno invece da dire otto madri coraggiose, le loro famiglie, esperti del settore sanitario, consulenti farmaceutici e medici, vi rimarrà impressa una sola convinzione...
Quello degli psichiatri è uno spudorato ERRORE FATALE.

Protesta spagnola: il video con tutte le immagini

13:35 0 Comments

Maggio 2011: la Spagna è scossa da un'ondata di giovani del movimento 15-M che appunto il 15 maggio hanno occupato Puerta del Sol a Madrid, preparati per restarci. Al grido di "democrazia reale adesso!" la protesta è esplosa, e oltre alla "acampada" di Madrid altre tendopoli sono sorte in quasi tutte le città del paese, da Barcellona a Saragozza, da Valencia a Bilbao... si contano quasi sessanta piazze occupate.




La rivoluzione islandese - L'islanda e la crisi economica

23:43 1 Comments



09/03/2011


E' in corso da due anni una rivoluzione in Europa, ma nessuno ne parla: breve resoconto della rivolta anticrisi islandese.

Recentemente la rivolta in Tunisia si è conclusa con la fuga del tiranno Ben Alì, così democratico per l'occidente fino all'altroieri e alunno esemplare del Fondo monetario internazionale.

Tuttavia, un altra "rivoluzione" che ormai è in corso da due anni è stata completamente taciuta e nascosta dai media mainstream internazionali ed europei.

È accaduto nella stessa Europa, in un paese con la democrazia probabilmente più antica del mondo, le cui origini vanno indietro all'anno 930 e che ha occupato il primo posto nel rapporto del ONU sull'indice dello sviluppo umano di 2007/2008. Indovinate di quale paese si tratta? Sono sicuro che la maggioranza non ne ha idea.

Si tratta dell'Islanda, dove si è fatto dapprima dimettere il governo in carica al completo, poi si è passato alla nazionalizzazione delle principali banche, infine si è deciso di non pagare i debiti che queste avevano contratto con la Gran Bretagna e l'Olanda a causa della loro ignobile politica finanziaria; infine si è passati alla costituzione di un'assemblea popolare per riscrivere la propria costituzione.

Tutto questo avviene attraverso una vera e propria rivoluzione, seppur senza spargimenti di sangue ma semplicemente a colpi di casseruole, con le proteste e le urle in piazza e con lanci di uova, una rivoluzione contro il potere politico-finanziario neoliberista che aveva condotto il paese nella grave crisi finanziaria.

Non se ne è parlato dalle nostre parti, se non molto superficialmente, a differenza delle rivolte in altre latitudini discorsive (la Sicilia meridionale è più a sud di Tripoli, eppure la remota Islanda, più vicina al polo nord che all'Italia è percepita come parte della "Moderna" Europa).

Il motivo è semplicemente il terrore, per lor signori, democratici o conservatori che siano, della riproducibilità e l'estensione di quelle lotte.

Che cosa accadrebbe se il resto dei cittadini europei seguisse l'esempio islandese?

Brevemente, la storia dei fatti:

Alla fine di 2008, gli effetti della crisi nell'economia islandese sono devastanti. A ottobre Landsbanki, la banca principale del paese, è nazionalizzata..[.continua qui]


*****

Bambini in casa-famiglia business da un miliardo all'anno

04:09 0 Comments

In Italia sono ventimila i minori ospiti di strutture. L'affare consiste nel prolungare i tempi di permanenza. Solo un piccolo su cinque è affidato a coppie in attesa

di PAOLO BERIZZISi chiamano Marinella, Mirko, Daria, Luciano, Valentina. Altri hanno nomi di battesimo esotici o che evocano genealogie di altri paesi europei (molto Est). Non si può nemmeno dire che siano figli di un dio minore: sono figli di nessuno. Anzi: sono, diventano, figli delle istituzioni. Dei servizi sociali. Dei tribunali. Di una sentenza. Entrano in una casa-famiglia da neonati e, sembra paradossale, a volte ci restano fino a quando diventano maggiorenni. E per tutto quel tempo capita che si chiedano perché non li affidano a una famiglia, visto che un nuovo padre e una nuova madre si sono fatti avanti e non vedono l'ora di ...[continua qui]



Il vero volto della guerra. Video che ci mostra cos'è realmente la guerra, in diretta.

15:25 0 Comments


Ogni aereo, elicottero o mezzo corazzato dell'esercito americano dispone di uno o più registratori digitali, che memorizzano tutte le immagini esterne e tutti i dialoghi intercorsi fra i membri dell'equipaggio nelle varie operazioni. Quello che pubblichiamo, con sottotitoli in italiano, è un filmato che non doveva certo essere reso pubblico. Proviene da un AC-130, in missione notturna in Iraq. E' il vero volto della guerra, ed è anche il vero volto del nostro alleato. I morti passano, la Storia rimane. E noi stiamo passando alla storia, ancora una volta, da una parte che molto probabilmente in futuro non ci piacerà riconoscere, e che cercheremo in tutti i modi di "rivisitare" ad uso e consumo delle nostre coscienze. Ma certe immagini non si cancellano.
Il filmato dura sei minuti, e mostra in realtà due diverse azioni, delle quali abbiamo sottotitolato tutto quello che siamo riusciti a capire. Ma il resto non è difficile immaginarlo. Nella prima azione, che si svolge di notte, la telecamera è a raggi infrarossi, per cui gli esseri umani appaiono completamente bianchi. L'illusione di potersi nascondere nell'oscurità è, come vedrete, completamente fasulla. Se c'è qualcosa che turba profondamente, è questa schiacciante superiorità tecnologica unita al tono distaccato con cui si decide della vita e della morte altrui.
Per gentile concessione di www.luogocomune.net

Il Motore Magnetico dimostrato

12:53 0 Comments

Presentato all'Università di Delft il Motore Magnetico progettato dall'inventore turco Muammer Yildriz. Anche se in questo filmato viene mostrato l'apparato in funzione e poi scomposto per l'ispezione da parte dei partecipanti al termine della dimostrazione, lo scetticismo sul fenomeno della Zero Point Energy rimane praticamente invariato. Semplice invidia oppure potenziale disastro economico per le multinazionali distributrici di energia? In attesa di ricevere maggiori informazioni e rilevare se vi siano state delle irregolarità nel presentare questo dispositivo, teniamo gli occhi bene aperti su questo caso.

Verità sulla guerra in Libia

09:13 1 Comments

Attacco alla Libia: spiegazioni inedite, ma convincenti. 18 04 2011

La Libia non appartiene alla Banca per i Regolamenti Internazionali -144 tonnellate d’oro nella sua riserva – Le coppie che si sposano ricevono 50mila dollari a fondo perduto.
Antonio de Martini
http://corrieredellacollera.com/
Quale può essere il fil rouge che collega tutti i paesi attaccati – e presi di mira in varie forme – dagli USA e Gran Bretagna con l’aiuto di una serie di ausiliari tradizionali più o meno consapevoli? Libia, Libano, Siria,Irak,Somalia, Sudan, Iran.

Non hanno in comune l’etnia ( Iran è ariano mentre gli altri sono semiti o – Sudan – misti).

Non hanno in comune la religione: Libano ha cristiani, l’Iran è sciita, la Siria è mista. Non il petrolio: Somalia e Siria non ne hanno in quantità significative.

Non la ricchezza: Somalia e Sudan non lo sono.

Se invece vediamo il negativo, vediamo che nessuno di questi paesi figura tra i 56 aderenti alla Banca per i Regolamenti Internazionali.

In pratica sono paesi che hanno rifiutato di far parte della comunità finanziaria internazionale e la Libia in particolare se la stava cavando molto bene:

• Stando ai dati del FMI la Banca centrale libica possiede 144 tonnellate di oro nei suoi forzieri. Per un paese di tre milioni e mezzo di abitanti, non è niente male. L’educazione el’assistenza medica sono gratuite; le coppie che si sposano ricevono 50.000 dollari a fondo perduto.

•I Ribelli, ancora prima di costituire un governo provvisorio, hanno annunziato ( il 19 marzo) di aver costituito la BANCA CENTRALE DI LIBIA. La Banca centrale di Libia ( quella di Gheddafi per intenderci) è pubblica e non privata, stampa la moneta e presta denari allo stato senza interessi per finanziare le opere pubbliche tra cui il famoso fiume sotterraneo fatto dall’uomo che utilizza le acque fossili del Sahara per irrigare tutta l’area agricola della Libia che si trova al Nord. A proposito l’attività agricola in Libia è esentasse. Completamente. Questa politica è l’esatto contrario di quella seguita dal mondo occidentale che fa pagare tutti i servizi quali l’educazione e la sanità ed ha privatizzato le banche centrali che fanno pagare gli interessi agli stati quando forniscono loro i fondi.

• La ragione ufficiale che ha spinto l’Occidente a non mantenere le Banche Centrali come pubbliche è che questi prestiti aumentano l’inflazione, mentre prendere prestiti dalle Banche estere o dall FMI , non provocherebbe inflazione. In realtà prendere i denari a prestito da Banche centrali pubbliche – senza interessi – riduce grandemente il costo dei progetti pubblici di investimento e in alcuni casi li riduce del 50%.

• Gheddafi aveva da poco lanciato la proposta di creare una moneta unica africana IL DINARO ORO e l’unico paese africano che si era opposto, è stata la Repubblica del Sud Africa, che è stata proprio quella che si è presentata a Tripoli per la mediazione con i ribelli e la NATO. Su questa proposta c’è un commento di Sarlosi che l’ha giudicata “una minaccia per l’Umanità”.

• Sia Saddam Hussein che Gheddafi avevano proposto – entrambi sei mesi prima dell’attacco – di scegliere l’Euro ( o il dinaro) come valuta per le transazioni petrolifere.

ADESSO RESTIAMO IN ATTESA DI VEDERE – IN CASO DI VITTORIA DELLA NATO – SE EDUCAZIONE E SANITA’ RESTERANNO GRATUITE, SE LA BANCA CENTRALE LIBICA ADERIRA’ ALLA B.R.I. E SE L’INDUSTRIA PETROLIFERA LIBICA VERRA’ SVENDUTA A PRIVATI. Poi anche i più ingenui cominceranno ad avere sospetti.

http://selvasorg.blogspot.com/2011/04/attacco-alla-libia-ecco-spiegazioni.html#more

FOOD Inc.[HD] Verità sull'industria alimentare

08:06 0 Comments

Non guarderai più al cibo allo stesso modo

ù


Descrizione: Quanto sappiamo realmente del cibo che arriva sulla nostra tavola? Robert Kenner svela ciò che avviene nelle grandi industrie alimentari e che ci viene tenuto deliberatamente nascosto, con il consenso delle istituzioni. È una denuncia feroce e impressionante di un sistema votato esclusivamente al profitto, che ignora i rischi per la salute pubblica e che fa della produttività il suo unico credo. Per la prima volta il regista americano è riuscito a documentare questa politica perversa e a raccogliere prove significative e testimonianze di persone che operano nel sistema produttivo alimentare. PREMI VINTI Miglior documentario al 2009 Indipendent Gotham Awards (New York) "Chiocciola d'oro" come miglior documentario allo Slow Food On Film (Festival Internazionale di cinema e cibo di Bologna) Nomination agli Oscar 2010 come migliore documentario lungometraggio "Più efficace dei film-denuncia di Michael Moore" -TIME Magazine- "Più che un film impressionante, un film importante" -Entertainment Weekly

Jeremy Rifkin: l'energia nucleare non può funzionare

04:12 0 Comments

Ecco tutta una seria di aspetti importanti sull'energia nucleare che i filonucleari non dicono o che "non vogliono" vedere.


In una video-intervista ad "avoicomunicare", leconomista e laureato in affari internazionali Jeremy Rifkin discute anche dellintento italiano di un ritorno allenergia nucleare. Rifkin afferma chiaramente che lenergia nucleare non può funzionare per diverse ragioni.


Sclerosi Multipla: la storia di Matteo Dall'osso

03:17 0 Comments


Associazione Italiana Vinciamo Noi

AIVN è un’associazione di volontariato che opera a favore di soggetti terzi nell’ambito della ricerca su possibili danni riguardanti l’intossicazione da metalli. Nata dal lavoro di divulgazione e sensibilizzazione di Matteo Dall’Osso, ha la finalità di informare sull’intossicazione da metalli e le terapie di detossificazione. Giuridicamente rientra nel novero delle associazioni di volontariato, poiché non ha scopo di lucro e si presenta con finalità di consulenza e di diffusione delle informazioni a tutti i possibili interessati, attraverso l’attività dei propri membri.


Perchè il nucleare è solo un pericolo e non una soluzione?

15:29 0 Comments

Mentre esplode una centrale in Giappone, Chicco Testa - manager director di Rothschild Italia- definisce sciacalli coloro che sono contrari al ritorno del nucleare.

A Fukushima è esploso uno dei 4 edifici del complesso della centrale nucleare, in seguito al violento terremoto di ieri. Si parla di non meno di 45 mila persone costrette a lasciare le proprie abitazioni per motivi di sicurezza. La televisione Nhk ha mostrato una nuvola di fumo bianco sopra la centrale. E secondo l'emittente l'esplosione sarebbe stata molto più potente delle iniziali stime, al punto che si sarebbe polverizzata la gabbia desterna di contenimento di uno dei reattori. Il tetto e parte delle mura dell'edificio sono crollate e alcuni operai sarebbero rimasti feriti (http://www.corriere.it/esteri/11_marzo_12/giappone-esplosione-centrale-nucleare_7d19a966-4c80-11e0-8264-fe1c829faf1a.shtml).

Passiamo rapidamente dal Giappone all'Italia e vediamo che "Ogni otto anni mediamente in Italia si verifica un terremoto con conseguenze da gravi a catastrofiche (da "Pericolosità sismica del territorio nazionale"a cura di Dario Slejko dell ‘ Osservatorio Geofisico Sperimentale di Trieste). Nonostante ciò il Governo italiano si è lanciato nella corsa al ritorno del nucleare, sostenuto da una "comoda" opposizione (PD e IDV) che in Europa ha votato a favore, sostenendo la necessità di tale fonte di produzione di energia elettrica.

Ma la cosa più avvilente è sentire Chicco Testa, presidente del Forum nucleare italiano, un tempo alla guida di Legambiente e della mobilitazione ambientalista dopo il disastro di Chernobyl (1986), ed ora Managing Director di Rothshild Italia, affermare che "Chi trae spunto da questa tragedia [Giappone, nda] per fare polemica sul nucleare è uno sciacallo, visto che ci troviamo di fronte a uno dei più grandi terremoti nella storia del mondo. Questo la dice lunga sul livello di certi politici".

Dato che anche noi, secondo la definizione aristotelica, ci consideriamo politici e vogliamo partecipare alle scelte di governo, in quanto pretendiamo di essere cittadini sovrani, vediamo meglio di capire la posizione e le motivazioni di Chicco Testa, ex presidente di ENEL ed oggi fondatore di un sito «pro nuke» finanziato dalla stessa Enel (da http://blog.panorama.it/italia/2010/11/04/chicco-testa-ha-un%E2%80%99idea-diversa-traditore/), che in quanto protagonista della costruzione di centrali nucleari, ritiene che il nucleare sia buono, faccia bene e sia necessario (da http://www.enel.com/it-IT/group/production/nuclear_power/power/ ). Credo che non ci sarebbe da meravigliarsi se le argomentazioni di Chicco Testa arrivassero dallo stesso gruppo Rothschild, già consulente finanziario di AREVA e EDF, interessato magari a finanziare, grazie alle numerosissime diramazioni e compartecipazioni amministrative e di proprietà con le banche italiane, il business miliardario del nucleare che ha già scatenato gli appetiti dei divoratori di denaro pubblico, fra cui politici, mega imprese e media. A dire il vero ci sono anche fior fiore di scienziati, come l'ex ministro e attuale senatore del PD, che hanno abbracciato il calore del nucleo e il colore dei soldi delle aziende come la stessa ENEL, partner di The Future of Science, presieduta dallo stesso oncologo.

Ma torniamo per una attimo al nostro "livello" di politici e vediamo perché sosteniamo la contrarietà al ritorno del nucleare in Italia (argomenti più volte ribaditi):

  1. L'energia nucleare è necessaria per poter garantire al nostro paese una maggiore indipendenza energetica.
    L'Italia, così come gli atri paesi europei, non possiede riserve significative di uranio. Se anche le avesse, immaginando di poter produrre con il nucleare tutta l'elettricità, potrebbe soddisfare circa un quarto del proprio fabbisogno energetico: i restanti tre quarti degli attuali consumi energetici sono infatti costituiti da combustibili, non generabili con le centrali nucleari.

  2. Le impennate del costo del petrolio vengono contrastate dal nucleare.
    Il petrolio serve per derivarne prodotti chimici e soprattutto per produrre combustibili liquidi per i trasporti, mentre l'energia nucleare è unicamente elettricità. Ad esempio, la Francia che produce il 78% dell'elettricità che consuma per via nucleare, utilizza più petrolio dell'Italia, che, pur avendo una popolazione simile, non ha centrali nucleari.

  3. L'Italia è costretta ad importare energia elettrica dalla Francia con prezzi elevatissimi.
    Il problema non è nostro: è un'esigenza dei Francesi. Le centrali nucleari devono funzionare a ciclo continuo e di notte, quando la domanda è minore, il sistema elettrico d'oltralpe ha la necessità tecnica - per garantire la propria stabilità - di smistare elettricità ai Paesi confinanti. Si tratta di una vendita a prezzi molto bassi, estremamente gradita dalle società energetiche italiane.

  4. Le centrali a fissione di nuova generazione e la fusione nucleare risolveranno presto e per sempre il problema energetico.
    La fattibilità e la convenienza economica delle centrali nucleari di quarta generazione sono ancora da dimostrare: nella migliore delle ipotesi, se ne prevede la commercializzazione fra 30-40 anni.

  5. Tutti gli altri Paesi investono nel nucleare; solo l'Italia resta a guardare, lasciandosi sfuggire un approvvigionamento energetico sicuro e conveniente.
    Da vent'anni il numero di centrali nel mondo è stabile (circa 440 impianti), e la stragrande maggioranza è costituita da vecchie centrali di seconda generazione (tipo Chernobyl e Three Mile Island). Il tempo di ritorno (ovvero il cosiddetto payback time, il tempo che occorrre all'impianto per restituire l'energia che è stata necessaria per costruirlo) è piuttosto lungo: alcuni ricercatori australiani hanno dimostrato che, con le tecnologie attualmente più avanzate nel loro paese, occorrerebbero ben 7 anni per il pareggio. Nella stessa Australia, dove sono localizzati i maggiori giacimenti di uranio al mondo, non è mai stato costruito alcun impianto nucleare. Per il funzionamento standard annuale di una centrale nucleare servono 160.000 tonnellate di materiale, che andrà riprocessato, in modo da poterne ricavare le 160 tonellate di uranio necessarie. Le 159.840 tonnellate di scarto saranno impregnate di prodotti chimici utilizzati per il riprocessamento e conterranno ovviamente isotopi radioattivi. Il costo dell'uranio e del plutonio, fonti esauribili, ha subito una notevole impennata, rendendo tutt'altro che economico l'approviggionamento. La pericolosità di queste sostanze è molto elevata: ad esempio, basta inalare meno di un milionesimo di grammo di plutonio per sviluppare un cancro al polmone.

  6. Le scorie degli impianti non costituiscono un problema: saranno racchiuse in cassoni di cemento armato e seppellite (terra o mare).
    Il tempo di dimezzamento della radioattività del Plutonio è 24.000 anni. Per quanto riguarda il materiale primario (il plutonio è prodotto dalle centrali elettronucleari: sino ad oggi ne sono state create circa 1550 tonellate). L'Uranio-235 ha un tempo di dimezzamento di 704 milioni di anni e l'Uranio-238 di 4,5 miliardi di anni. Per contro il cemento armato diventa obsoleto in un centinaio d'anni!

Per non parlare poi di militarizzazione dei territori (anche grazie all'imposizione da parte del morente governo Prodi del segreto di stato sugli impianti civili di produzione di energia) e dell'intimo legame fra nucleare civile e militare.

Con questi argomenti, credo non serva uno scienziato per dimostrare che per sostenere il ritorno del nucleare in Italia si fanno marchette stile "Rubacuori" oppure ci vuole una "bella" testa (...) !!!

Monia Benini



Fonte: http://www.perilbenecomune.org/index.php?p=24:6:2:119:375

Energia nucleare in italia, siamo veramente sicuri?

04:51 1 Comments

Il Disastro di Chernobyl (storia)









Misteriose apparizioni durante il terremoto in giappone

03:49 0 Comments

Misteriose apparizioni durante il terremoto

At second 8 / al secondo 8

At second 28 / al secondo 28

At second 1:42 and 1:47 / Ai secondi 1:42 e 1:47

Cos'è? Avete risposte?

Due personaggi scomodi agli americani : Berlusconi e Gheddafi e la rivolta in Libia..

14:00 0 Comments

[Diritto e Giustizia] Forma o Sostanza?

08:27 0 Comments


E così si vuole "riformare" la Giustizia !


Cambiare la forma a ciò che viene vergognosamente chiamata "Giustizia" è una ri-forma.
Quello che è necessario cambiare è la SOSTANZA della Giustizia.
Oggi NON C'E' Giustizia!
Uno può rubare e non viene COSTRETTO a restituire ciò che ha rubato, con gli interessi e tutti i danni collaterali......
La giustificazione che viene usata è "ma se non ha i soldi, come fa a restituire ciò che ha rubato?"
Semplicissimo: LAVORO FORZATO.
Cambiamo la SOSTANZA della Giustizia!
Non carichiamoci di spese per mantenere in Prigioni, che violano i Diritti Umani, persone che MAI saranno REALMENTE RIABILITATE !!!
Rendiamo la GIUSTIZIA una REALTA'.
Restituiamo a color che hanno sbagliato, la possibilità di RIABILITARSI DAVVERO!
Restituiamo agli ONESTI CITTADINI ciò che gli è stato tolto.
Se uno non può pagare....può lavorare e restituire il DANNO che ha causato.
Se gli ci vorrà UNA VITA intera per restituire il DANNO causato e così riabilitari davvero: BENE lavorerà tutta la vita per riabilitarsi.
Ripristiniamo la SOSTANZA della Giustizia e non la FORMA con una "ri-forma".
Ci vuole coraggio per far valere i DIRITTI degli ONESTI.
Ci vuole iniziativa per ripristinare il rispetto dei Diritti Umani.
NESSUNO può "impunemente" rubare qualcosa ad un altro senza essere OBBLIGATO a restituirlo!!!
Ecco perchè, la destra, la sinistra, il centro, il sopra o il sotto: sono tutti d'accordo: sono solo politicanti.
NESSUNO vuole realmente ripristinare la Giustizia....gli vogliono solo "cambiare il vestito".
E tu, con il sudore della tua fronte DEVI mantenere 150.000 carcerati che non restituiranno il maltolto, che non si riabiliteranno MAI davvero.
E c'è persino CHI vorrebbe utilizzare i tuoi soldi per costruire NUOVE CARCERI !!!
Costruiamo un Sistema di Lavori Forzati che funzioni e mettiamo 150.000 lavoratori a PRODURRE.
Nessuna "Forma Nuova" della Giustizia....solo il RIPRISTINO della SOSTANZA della stessa.
Solo così gli Onesti potranno avere i loro Diritti rispettati.
Solo così i disonesti (chi ha sbagliato) potranno davvero riabilitarsi.
SOLO COSI' ci sarà di nuovo GIUSTIZIA.


Verità sulle tasse in Italia

06:31 0 Comments

Related Posts with Thumbnails