Giorgio Bocca contro Napoli: Le vere cause della Questione Meridionale

08:00 1 Comments




Un imbarazzato e anche un po' impacciato Fabio Fazio ospita Giorgio Bocca a "Che tempo che fa" nella puntata dl 5 Novembre 2006.
Il noto giornalista e "illustre" intellettuale mostra il peso degli anni attaccando Napoli e i Napoletani con una serie di considerazioni DA CENSURA che solo un ignorante non potrebbe smentire, e forse Fazio se avesse saputo la vera storia dell'Unità d'Italia avrebbe potuto trovare il modo per frenarlo e uscire dall'imbarazzo.

Napoli ha grossi problemi, e noi lo sappiamo bene. Ma questi si trattano con serietà perchè sono spesso drammatici, e ci dissociamo da certi sorrisi ironici e irriverenti.
Quello che fa la differenza tra un grande uomo e un uomo qualunque è la capacità da parte del primo di saper dare un reale contributo, fornire un punto di osservazione alternativo, creare l'opportunità per una profonda riflessione, contrariamente al secondo tipo di persona che fa finta di non vedere o blatera sempre gli stessi ammuffiti concetti, preconfezionati e pronti per ogni occasione.

Stupisce vedere un uomo di oltre ottanta anni seduto nel suo pullover di marca, tronfio del successo di una vita, mentre pronuncia certe "porcherie" accompagnandole con sorrisi sarcastici. Sconcerta, addolora, provoca, suscita sdegno e offende una comunità intera.
E con lui il pubblico presente che applaude e sghignazza dando l'esatta percezione del clima che si respira in Italia.

I napoletani non piangano sulle parole di Bocca, non le bollino solo come razziste ma vadano oltre e rispondano con argomentazioni inconfutabili, come quelle esposte nel video che dimostrano quanta pericolosa demagogia e quale campagna denigratoria nei confronti di Napoli e del meridione passi senza contraddittorio e con molta arroganza in TV.



*****************

Di contro qui viene presentata la vera storia di Napoli e del Regno delle due Sicilie prima dell'unificazione d'Italia (da Ulisse, di Alberto Angela)



Related Posts with Thumbnails